Menu Close

AULO MAGRINI E LA CARNIA

8,00 

VITA, LUOGHI, RAGIONI DI UN PARTIGIANO

 

di ANPI AULO MAGRINI “ARTURO” SEZIONE VAL BUT

 

«HO CREDUTO E CREDO FERMAMENTE IN UNA SOCIETÀ MIGLIORE E IN UN MIGLIORE PROSSIMO AVVENIRE DI QUESTA UMANITÀ. NON CREDO POSSIBILE, NE POSSO IN QUESTO MOMENTO, RIFUGGIRE DALLA RESPONSABILITÀ E DAI DOVERI CHE ME NE DERIVANO. NON È QUESTA CHE LA FERMA E CALMA DECISIONE CHE CHIUNQUE, NELLE SUE MODESTE CONDIZIONI, VOGLIA CONSIDERARSI DEGNO DEL NOME DI UOMO, DEVE PRENDERE PER SÉ E SOPRATTUTTO PER I PROPRI FIGLI.»

Aulo Magrini, lettera alla moglie Margherita

 

50 disponibili

Lo scorso anno il 15 luglio ricorreva il 72° anniversario della morte del Comandante “Arturo” Aulo Magrini avvenuta in località ponte di Noiaris; quel giorno caddero insieme a lui Ermes Solari e Vito Riolino. Abbiamo voluto ricordare questo triste e drammatico avvenimento, ma nello stesso tempo altamente significativo come atto di lotta, ribellione e resistenza al nazifascismo, onorando il suo sacrificio con l’intitolazione della sezione a suo nome: ANPI AULO MAGRINI “ARTURO” SEZIONE VAL BUT. L’occasione ci ha permesso di organizzare un convegno sulla figura leggendaria di questo Uomo, Padre e Partigiano: “Aulo Magrini e la Carnia – vita luoghi ragioni di un Partigiano”.

Ci eravamo ripromessi di raccogliere, in un libricino, tutti i contributi degli storici intervenuti nel convegno con lo scopo di divulgarlo durante le iniziative che la nostra sezione intende organizzare nelle scuole e negli eventi pubblici. In questi ultimi decenni il negazionismo storico e la diffamazione nei valori della Resistenza, della Lotta di liberazione e dei suoi Uomini ha avuto una impennata molto preoccupante; è l’ennesimo tentativo di rimuovere con la manipolazione storica, con l’inganno, con le falsità, il periodo più fulgido e tragico di riscatto dell’Italia dal fascismo.

Più che mai al giorno d’oggi è necessario combattere contro l’indifferenza, il qualunquismo, l’apatia, l’ignoranza storica, la pigrizia intellettuale… il limbo culturale in cui le persone sono state o hanno accettato di essere confinate. È nostro compito far sapere che cade sulle spalle di ognuno di noi la responsabilità di un impegno verso il bene comune. Ed è fondamentale, per fare questo, acquisire consapevolezza sia delle vicende storiche sia delle ragioni individuali di coloro che hanno perduto la vita, o hanno solo sofferto, per l’affermazione dei diritti ineludibili delle persone. La nostra libertà, i nostri diritti.

Noi vorremmo che questo nostro piccolo ma, riteniamo, significativo contributo abbia la forza di far conoscere ancora di più i valori che la Resistenza e la Lotta di liberazione portano con sé e che questa conoscenza possa tramutarsi in lotta e speranza nel futuro.

Boris Maieron – Presidente ANPI Aulo Magrini “Arturo” sezione Val But, giugno 2017

 

Anno

2017

Autore

ANPI Aulo Magrini "Arturo" Sezione Val But

Lingua

Italiano

Pagine

56

Formato

14 x 21 (cm)

ISBN

9788897705307

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “AULO MAGRINI E LA CARNIA”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare…