Menu Close

IL FURLAN «QUENEAU» TI STUFE

14,00 

 

di CARLO TOLAZZI

Savê che No dome modon e je une frase che si pues lei cul istès significât sei tacant di çampe sei di drete, no ti cambie la vite. Rivâ a meti adun trente riis di prose cence doprâ mai la letare a no ti dà il Nobel. Scuvierzi che lâ tal mar a fâs mâl plui che un prejudizi e je une frase che e dopre simpri la stesse vocâl no ti insiore la cognossince interiôr. Si clame zuiâ cu lis peraulis. Lu à ispirât, cence nancje savêlu, Raymond Queneau (si lei “chenò”) cul so laboratori di leterature potenziâl (Oulipo), e al è conseât une vore, massime in câs di: alergjie a lis gramatichis, ae koinè, a lis coniugazions e a lis grafiis istituzionâls; sossedàrie; no savê ce fâ; spietis lungjiis dal miedi, dal tren o dal autobus; pierdite dal celulâr; nàusie de television. Tignîlu a tîr dai fruts.

 

50 disponibili

Sapere che No dome modòn è una frase che si può leggere con lo stesso significato tanto iniziando da sinistra quanto da destra, non ti cambia la vita. Riuscire a mettere insieme trenta righe di prosa senza mai usare la lettera a non ti dà il Nobel. Scoprire che lâ tal mar a fâs mâl più che un pregiudizio è una frase che usa sempre la stessa vocale non ti arricchisce la conoscenza interiore. Si chiama giocare con le parole. Lo ha ispirato, senza neppure saperlo, Raymond Queneau (si legge “chenò”) con il suo laboratorio di letteratura potenziale (Oulipo), ed è molto consigliato, specialmente in caso di: allergia alle grammatiche, alla koinè, alle coniugazioni e alle grafie istituzionali; sbadigliamenti; non saper come passare il tempo; lunghe attese dal medico, per il treno o l’autobus; perdita di telefonino; nausea della televisione. Tenerlo a portata dei bambini.

 

Anno

2021

Autore

Carlo Tolazzi

Lingua

Friulano

Pagine

112

Formato

16,5 x 23,5 (cm)

ISBN

9788832153279

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “IL FURLAN «QUENEAU» TI STUFE”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare…