• € 20,00 € 14,00

    INFIER di Dante Alighieri

    Friulano

    « La Divina Commedia di Dante Alighieri è certamente uno dei testi più impegnativi che un traduttore letterario possa pensare di affrontare».«…in una prospettiva di politica linguistica, come già aveva segnalato Pasolini all’inizio degli anni quaranta, per arricchire la lingua friulana e par far uscire la sua letteratura da una dimensione dialettale, sarebbe stato necessario favorire le traduzioni dai classici antichi o da altre lingue che non fossero l’italiano».«In Italia troviamo anche una grande diffusione di traduzioni dialettali. Spesso queste traduzioni hanno un carattere prettamente “dialettale”, vale a dire che rendono popolare e colloquiale la forma e, qualche volta, anche il contenuto, con cambi di registro che possono anche avere effetti grotteschi o divertenti, ma che fanno classificare queste versioni in una particolare categoria delle traduzioni od, addirittura, nella categoria del camuffamento». «… l’importanza della Divina Commedia, non tanto come opera italiana, quanto come opera universale, fa sì che la pubblicazione di questa traduzione in friulano, sia realmente una operazione importante per il Friuli e per il mondo letterario in generale». (Dalle “Note dal curadôr” di Alessandro Carrozzo)

    disegno di copertina: Renato Calligaro

  • € 14,00 € 8,00

    L’ULTIMO DEL PARADISO – Il canto XXXIII del Paradiso. Dante e i bambini

    Ragazzi

    Un’ esperienza unica che vede, quale punto di partenza, la scelta di un’insegnante di spiegare, ai suoi allevi di scuola elementare, l’ultimo Canto del Paradiso dalla Divina Commedia di Dante Alighieri. La risposta dei bambini è straordinaria. Ne nasce anche uno spettacolo teatrale. Il libro raccoglie il lavoro dell’insegnante, il testo dello spettacolo, nonché i significativi commenti ed i disegni dei bambini.

  • € 45,00

    LA DIVINE COMEDIE – Traduzion di Aurelio Venuti

    Friulano

    Le tre Cantiche della Divina Commedia, tradotte in friulano. Aurelio Venuti, appassionato cultore di Dante, in un lavoro durato anni, è riuscito a rendere le finezze e le sfumature della poesia, senza intaccare la struttura metrica che è tutt’uno con la sostanza spirituale dell’Opera dantesca. Il testo originale a fronte, per apprezzare nello stesso tempo la lingua di Dante e le possibilità espressive del friulano. Allegato un CD con la lettura da parte del traduttore di alcuni canti, arricchita dalle musiche di Alessio Velliscig, con il violoncello di Antonio Merici.

    Lis trê Cantichis de Divine Comedie voltadis par furlan. Aurelio Venuti, apassionât cultôr di Dante, intun lavôr di agns, al è rivât a rindi lis finecis e lis sfumaduris de poesie, cence intacâ la struture metriche che e fâs dutun cu la sostance spirituâl de Opare dantesche. Il test origjinâl in bande par gjoldi intal stes timp la lenghe di Dante e lis pussibilitâts espressivis dal furlan. Alegât un CD, cu la leture de bande dal tradutôr di cualchi Cjant, insiorade des musichis di Alessio Velliscig, cul violoncel di Antonio Merici.

Facebook Icon