• € 10,00 € 5,00

    SCÛR DI LUNE

    Friulano

    Lis contis di Checo Tam a puedin fevelâ di concierts di musiche dark dai agns otante, come ancje di aliens ae mode de fantasience dai agns cincuante, ma ancje de “Sagre dai Pirùs” di Pavie di Udin. A mostrin une rare capacitât di puartâ in sene personaçs e storiis, che a saltin fûr di un imagjinâri une vore complès e imagjinific, ma al stes timp coerent e peât aes esperiencis vivudis in prime persone dal naradôr-protagonist sul sfont di un Friûl aromai semi-rurâl. O semi-industriâl e globalizât – dipent di cemût che si vûl cjalâlu.

    I racconti di Checo Tam, che possono parlare di concerti di musica dark anni ottanta, come di alieni secondo la moda della fantascienza anni cinquanta, ma anche della “Sagra delle Pere” di Pavia di Udine, mostrano una rara capacità di portare in scena personaggi e storie, che saltano fuori da un immaginario assai complesso, ma allo stesso tempo coerente, legato alle esperienze vissute in prima persona dal narratore-protagonista sullo sfondo di un Friuli ormai semi-rurale. O semi-industriale e globalizzato – dipende dal punto di vista.

  • € 10,00 € 5,00

    NIARI – TWO PULP TALES

    Friulano

    Tes dôs contis achì presentadis la Cjargne – anzit, une sô piçule part, confinade linguistichementri – e une sorte di suburbie noturne (ma sì, e je Udin) a coleghin l’imagjinari a un vivi contemporani, che cundut a chel – un pôc plui in bande, un pôc plui inlà – al divente altri, al centri dal global business o tes pleis dal mît ancestrâl.

    Nei due racconti – uno nella varietà più arcaica di carnico e uno in italiano – la Carnia, anzi una sua piccola parte, confinata linguisticamente ed una sorta di suburbia notturna (ma sì, è Udine), collegano l’immaginario a un vivere contemporaneo, che un po’ discosto, un po’ più in là, diventa altro, al centro del global business o nelle pieghe del mito ancestrale.

Facebook IconYouTube IconVisita la nostra pagina Instagram