• € 10,00

    LO STAGNO DELLE RANE

    Narrativa

    È una storia nella Storia. Essa inizia nell’agosto-settembre del 1943 e prosegue oltre il tempo della Resistenza e del difficile dopoguerra. I numerosi episodi della narrazione non seguono un ordine cronologico in quanto in un romanzo ciò non è determinante, ma sono datati i fatti storici più importanti.

    Ricordi, riflessioni, denunce, episodi precisi riportati nel dettaglio con minuziosi riferimenti storici, in una scrittura che tuttavia tende spesso a cambiare; si fa vaga, veloce, frettolosa, sospende se stessa con i puntini, include discorsi diretti senza virgolette; procede seguendo un ordine essenzialmente cronologico ma anche un ritmo dato dal flusso dei ricordi. Qualcosa dunque, oltre alla narrazione in prima persona, rimanda al primissimo Diario di una ragazza nella Resistenza, da cui poi molti episodi sono, ancora una volta, tratti.

    Si potrebbe disegnare il romanzo in uno schizzo: basterebbe tracciare i contorni delle rane in uno stagno, delle campane in un paese, e di una camicia bianca in un corpo di ragazzo che scaccia le ombre dagli occhi di lei con un accendisigaro. Poche immagini basterebbero a raccontare una storia.

Facebook IconYouTube IconVisita la nostra pagina Instagram