fbpx
tra_elegia_satira

TRA ELEGIA E SATIRA

€ 15,00 € 7,50

20 disponibili

BREVE DESCRIZIONE

collana discanto – numero 10

“Se dopo Auschwitz si è continuato a far versi, pare che anche dopo le minime catastrofi dei viventi, dei sopravvissuti, si tenti la ripetizione di una parola sconfitta dalla sua stessa insignificanza, e tuttavia nutrita da questa stessa insignificanza…”

Silvio Cumpeta

Descrizione

 

“Se dopo Auschwitz si è continuato a far versi, pare che anche dopo le minime catastrofi dei viventi, dei sopravvissuti, si tenti la ripetizione d’una parola sconfitta dalla sua stessa insignificanza, e tuttavia nutrita da questa stessa insignificanza. E si continua a scrivere romanzi e racconti e versi, poiché l’inutile passione della vita chiede d’essere, fino alla nausea, descritta, senza che si possa intravedere alcunché di risolutivo, di radicalmente diverso dalla dannazione quotidiana e finale…”

Silvio Cumpeta

 

ISBN 9788889808481
ANNO 2009
PAGINE 133
FORMATO (cm)
11 x 21
LINGUA Italiano

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Be the first to review “TRA ELEGIA E SATIRA”

Ti potrebbe interessare…

  • € 14,00

    FRAMMENTI DI UNA CADUTA

    Saggistica

    Frammenti di una caduta è un’autobiografia filosofica, una serie di riflessioni sul tempo, sulla precarietà del vivere, ma anche dello scrivere.
    Un percorso di vita intellettuale sviluppato per anni in un intimo dialogo dell’Autore con i pensatori classici e contemporanei sul senso dell’esistenza personale e sui destini dell’umanità.
    Una scrittura che rispecchia la complessità e il dramma della “caduta”, ma attraversata dalla leggera autoironia che consente di guardare in sé stessi con materialistico distacco.

  • € 8,00 € 5,00

    BREVIARIO IRACHENO

    Discanto

    Nella primavera del 2003 un esercito di Americani e Inglesi invase l’Irak. Fu guerra breve, la seconda dopo quella cosiddetta del Golfo del 1991. Entrambe le guerre delineano con sufficiente chiarezza una volontà di egemonia mondiale da parte dei gruppi dirigenti USA. Dovunque, nel mese di marzo, si ebbero qua, là, nel mondo, imponenti manifestazioni di rifiuto della guerra. In città e paesi d’Italia comparvero bandiere di pace che ancora oggi si muovono nei deboli venti d’aprile. E il poeta, nel suo già lungo esilio, che deve dire? Ma deve dire? Sta ancora nella storia, o i suoi deliri, le sue stanche utopie lo hanno ormai portato oltre la storia?

  • € 13,00 € 10,00

    AMICI 1993 fragmentularia postuma

    Discanto

    E dirò col vecchio Massimiano: “Non sum qui fueram periit pars maxima nostri” o col giovine Foscolo: “non son chi fui, perì di noi gran parte”, e qual parte? Giovinezza, amori, amici?

  • € 10,00 € 6,00

    IRAŠKI BREVIR – BREVIARIO IRACHENO

    Parole tradotte

    collana PAROLE TRADOTTE

    traduzione di Jolka Milic di “Breviario iracheno” di Silvio Cumpeta

    testi italiano/sloveno a fronte

Facebook Icon