passaggi

PASSAGGI IN PIANURA / Crossing the plain

€ 20,00 € 10,00

299 disponibili

BREVE DESCRIZIONE

I lavori di bonifica sono un complesso di azioni e di reazioni che oppongono la forza e l’ingegno umano all’azione spontanea della natura. Il rapporto che lega questi due inseparabili antagonisti, è regolato solo superficialmente da leggi meccaniche. Il linguaggio della bonifica è invece un paesaggio ricco di parole poetiche, filosofiche, letterarie e anche solo squisitamente estetiche.

 

Immagini dall’archivio Fotografico Storico Del Consorzio Di Bonifica Bassa Friulana /
Pictures from The Historical Archive Of The Lower Friuli Drainage Board

Traduzioni / Translation : TIM LACHIN (texts), ELIZABETH CHIRCOP (afterwords)

Descrizione

 

Nel 2005 il Consorzio di Bonifica della Bassa Friulana mi ha affidato il lavoro di catalogazione di circa 2000 fotografie ritrovate in alcune scatole nascoste nei meandri della sede di Udine. Le immagini, che ho scoperto tutte in buono stato di conservazione, raccontano della trasformazione del paesaggio della Bassa Pianura Friulana dall’inizio del 1900 agli anni ’60.
Durante il lavoro di archiviazione ho avuto il tempo di rendermi conto della complessità e soprattutto della necessità degli interventi di bonifica, e non solo nei territori soggetti a inondazioni. I lavori di bonifica sono un complesso di azioni e di reazioni che oppongono la forza e l’ingegno umano all’azione spontanea della natura. Il rapporto che lega questi due inseparabili antagonisti è regolato solo superficialmente da leggi meccaniche. Il linguaggio della bonifica è invece un paesaggio ricco di parole poetiche, filosofiche, letterarie e anche solo squisitamente estetiche.

Corinna Cadetto

 

ISBN 9788897705031
ANNO 2011
PAGINE 68
FORMATO (cm)
21 x 15
LINGUA Italiano/Inglese

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Be the first to review “PASSAGGI IN PIANURA / Crossing the plain”

Ti potrebbe interessare…

  • € 14,00

    ANCHE LE CICALE PIANGONO

    Storia

    La storia di vita di Felice Tollon dalle lotte del Cormor all’emigrazione in Francia

    “Sono passati 60 anni da quando Felice è partito ragazzo, con pochi soldi in tasca, per affrontare il mondo. Nonostante gli studi, le letture, le epoche, gli sconvolgimenti sociali e le diverse condizioni di partenza che ci dividono, rivedo negli occhi di quel ragazzo la mia generazione, fatta di valigie in mano e titoli di studio nel cassetto. È la “fuga dei cervelli” che non fa rumore, ancora una volta per le strade del mondo, ancora una volta per dare un’occasione alla speranza. A noi Felice, con le sue parole, può forse insegnare quello che nessun libro ha fatto fino adesso, ossia come farcela, nonostante tutto.”

  • € 12,00

    QUEL MAGGIO SUL CORMOR

    Storia

    Lotte nonviolente per il pane, il lavoro, la dignità

    Splendido esempio di protesta popolare nonviolenta, quelle del Cormor furono lotte per bisogni umani fondamentali – il pane, il lavoro, il territorio, la dignità. Restano purtroppo sconosciute rispetto alle ben più celebri lotte contadine guidate da Danilo Dolci nella Sicilia del dopoguerra, pur precedendole di qualche anno e ricalcando per molti aspetti quelli che erano stati i metodi d’azione che permisero all’India di Gandhi di liberarsi dal giogo del colonialismo britannico.

  • € 12,00

    IL PROFUM DAL PAN

    Friulano

    inte Basse furlane cu lis vicendis dai mulinârs di Muçane

    Cheste e je la storie di trê gjenerazions di mulinârs dal Mulin di Muçane. Gjondis e dolôrs contâts des testemoneancis dai ultins dissendents e dai documents de famee che a àn conservât cun amôr. Un tornâ a un timp che nol è plui, intun afresc vivarôs di une part de Basse furlane contadine.

  • € 15,00 € 10,00

    IL PROFUMO DEL PANE

    Saggistica

    nella Bassa friulana attraverso le vicende dei mulinârs di Muzzana

    a cura di Francesca Gregoricchio

     

    Questa è la storia di tre generazioni di mulinârs del Mulino di Muzzana del Turgnano. Gioie e dolori raccontati dalle testimonianze degli ultimi discendenti e da documenti amorevolmente conservati. Un tornare ad un tempo che non c’è più, attraverso un vivido affresco di una parte della Bassa friulana contadina, legata ai ritmi di una natura a volte prodiga a volte terribilmente avara. Ma è anche un tassello della grande storia, quella che ha lasciato ferite profonde nel tessuto sociale durante l’occupazione nazi-fascista; quella che ha visto la tenace riscossa con la lotta partigiana e poi i giorni della ricostruzione con la speranza in un nuovo futuro. E il Mulino di Muzzana e la sua gente sono sempre fra i protagonisti. Immagini di un mondo raccolte anche dai ricordi di un bambino che, oggi adulto, conserva ancora dentro di sé l’inebriante profumo del pane che nasceva dalle farine di quel Mulino.

Facebook IconYouTube IconVisita la nostra pagina Instagram