fbpx
vlajc_cop_ok (Page 1)

NON BOMBE MA SOLO CARAMELLE

€ 14,00 € 10,00

38 disponibili

BREVE DESCRIZIONE

STORIA DI UNA ONLUS ANOMALA – INTERVISTA A GILBERTO VLAIC

Perché scrivere un libro sulla ONLUS Non Bombe Ma Solo Caramelle? Per tornare a quella che è stata una guerra dimenticata troppo in fretta dando la parola a chi allora ha saputo esprimere il proprio dissenso in modo concreto, perché «l’indifferenza è il peso morto della storia» e «ciò che succede, il male che si abbatte su tutti, avviene perché la massa degli uomini abdica alla sua volontà».

Descrizione

 

Perché scrivere un libro sulla ONLUS Non Bombe Ma Solo Caramelle? Per tornare a quella che è stata una guerra dimenticata troppo in fretta dando la parola a chi allora ha saputo esprimere il proprio dissenso in modo concreto, perché «l’indifferenza è il peso morto della storia» e «ciò che succede, il male che si abbatte su tutti, avviene perché la massa degli uomini abdica alla sua volontà».

«Non Bombe Ma Solo Caramelle vive un’esperienza che dura da quasi venti anni, in una situazione non più di emergenza ma di fortissimo disagio, quale è il paese Serbia. Siamo nati nel 1999, in opposizione ai bombardamenti della NATO sulla Repubblica Federale di Jugoslavia e in risposta all’appello dei lavoratori del complesso metalmeccanico Zastava di Kragujevac, le cui fabbriche furono rase al suolo dagli attacchi aerei partiti dall’Italia. Quando si distruggono i luoghi del lavoro c’è la volontà di distruggere un popolo e il suo Paese, negargli il futuro. Siamo consapevoli di non poter esportare modelli preconfezionati e siamo convinti che ogni operazione politica, sociale, culturale deve nascere nel contesto che è in grado di volerla e di sostenerla. Per noi vuol dire dare valore alla quotidianità della vita concreta delle persone e dei gruppi sociali, perché le crisi di qualsiasi natura (economiche, geopolitiche, militari) non devono minare la solidarietà materiale tra lavoratori e popoli, ma anzi raorzarla, non devono dividere, ma unire, in nome di una globalizzazione dei diritti, quale strada per contrastare le guerre tra i poveri e la disgregazione sociale.»

Gilberto Vlaic

 

ISBN 9788897705765
ANNO 2016
PAGINE 208
FORMATO (cm)
14 x 21
LINGUA Italiano

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Be the first to review “NON BOMBE MA SOLO CARAMELLE”

Ti potrebbe interessare…

  • FRAMMENTI SULLA GUERRA – Industria e neocolonialismo in un mondo multipolare

    Saggistica

    Questo lavoro collettivo intende proseguire il progetto di ricerca avviato con Se dici guerra (ed. KappaVu, 2014) ponendo l’accento sugli sviluppi dei vari aspetti che compongono il più spregiudicato processo produttivo globale: la guerra. Industria, governi, alti vertici militari e media mainstream stanno consolidando un modello di belligeranza privatizzato basato sulla “professionalità” e su narrazioni capovolte che vedono l’occidente “civile e democratico” obbligato a difendersi da minacce che assumono caratteristiche sempre più asimmetriche e ibride. Questo nuovo approccio comunicativo post ’89 è servito a mascherare il rilancio dei fatturati dell’industria di riferimento in crisi dopo il collasso del Patto di Varsavia e a restituire senso alla Nato, un’alleanza militare divenuta repentinamente obsoleta e fuori tempo.

    RECENSIONE MONDE DIPLOMATIQUE – Massimo Rondine – febbraio 2017

    RECENSIONE PAGINAUNO N.52 – aprile/maggio 2017

  • € 12,00

    SE DICI GUERRA… Basi militari, tecnologie e profitti

    Saggistica

    Un sindacalista, uno storico, un geografo, un fisico, due giornalisti, un’ex lavoratrice del comparto militare industriale, un amministratore locale toccano in questo lavoro collettivo i vari aspetti che compongono il mosaico della guerra permanente: la storia dell’atlantismo, la disinformazione mirata, gli eserciti professionali, le nuove dottrine della Nato, l’espansione delle istallazioni strategiche statunitensi in Italia, lo stato di fatto del nucleare militare e delle industrie d’armi.

  • € 13,00 € 10,00

    ORDINARIE MIGRAZIONI

    Saggistica

    Educazione alla cittadinanza tra ricerca e azione

    Frutto di una ricerca-azione condotta nel basso Friuli Venezia Giulia, il libro tratta il tema della cittadinanza come punto privilegiato da cui guardare i processi di integrazione degli immigrati. I vari contributi di antropologi, pedagogisti e sociologi analizzano l’organizzazione, il monitoraggio e la valutazione dei servizi per immigrati come luoghi in cui si fa l’integrazione, ma anche come spazi pubblici dove si fanno le identità in un continuo gioco di specchi fra collettività locale e straniera.

  • € 13,00 € 8,00

    DAL MILITARE AL CIVILE

    Saggistica

    La conversione preventiva della base USAF di Aviano
    Ricerche e progetti

Facebook Icon