fbpx
COPERTINA_TALEFEA3

LA CROCIERA DEL TALEFEA

€ 12,00

99 disponibili

BREVE DESCRIZIONE

I compagni di bordo e ispiratori sono i soggetti di dieci quadri appesi alle pareti dello studio. L’otre del vento sta nella libreria. Pare inesauribile e, annunciato o improvviso che sia, può spingerti verso qualsiasi quadrante. Si alzano le vele dell’immaginazione e via così. Non è meno avventuroso, anzi, a volte è anche pericoloso. Il fascino del viaggio c’è tutto: la fatica, la gioia, le meraviglie, i passaggi impervi, l’emozione della scoperta. Il mare di dentro, che solo se lo visiti sai delle rotte che hai solcato, vissuto, quelle che hai mancato, ed il nebbioso orizzonte di quelle che non hai avuto il coraggio di intraprendere.

Descrizione

 

Leggendo la storia che si compone di 10 tasselli si ha la sensazione che, per solcare l’oceano della visionarietà, sia avvenuto una sorta di miracolo al quale hanno contribuito più elementi: in questo caso le scintille generatrici del “sogno consapevole” sono stati alcuni ritratti eseguiti da diversi autori per Toni De Lucia.
In questo equipaggio “che mette soggezione” la composizione è estremamente eterogenea e talora conflittuale tra i suoi elementi, filosofi e poeti, viaggiatori e vagabondi, eroine romantiche e avventurieri, ma ce n’è uno che incute più timore degli altri e che è difficile amalgamare col resto di questa umanità dipinta in viaggio, Khair ed-Din, detto anche Ariadeno, ammiraglio nel titolo, corsaro nella pratica di ogni giorno; è l’innesco per un aggancio puntuale ai corsari di un tempo, materia a cui De Lucia si è dedicato più volte con passione.

 

Nato a Cividale del Friuli, Antonio De Lucia risiede a Udine. Per quasi cinquant’anni svolge il lavoro di meccanico in officina; in parallelo coltiva la passione per la letteratura, la poesia e il teatro. Nel 1983 esce la sua prima raccolta, Di lunc il troi (Lungo il sentiero), in friulano; seguono le sillogi: Ho solo ascoltato, Salpare, Ballate di un mozzo del XXI secolo. La scrittura è per lui un impegno continuo: compone e recita testi di teatro e monologhi, racconti brevi, testimonianze di un vissuto, per fissarne l’esperienza.
Ha dedicato una particolare attenzione alle opere letterarie e teatrali di Ippolito Nievo che, assieme al fratello Vanni, ha ridotto e portato in teatro, dando vita inoltre all’appuntamento già pluridecennale “Sotto i cieli di Ippolito” presso il castello di Colloredo di Monte Albano. Altra grande passione è Federico Garcia Lorca, con le poesie del quale si è misurato in numerosi recital. La sua passione per la lingua madre lo ha portato inoltre a mettere in scena Par vivi di Emilio Nardini (1862-1938). Nel ruolo di protagonista ha recitato nelle commedie Sigûr che esistin e Nadâl in famee (opere tratte da Eduardo per la traduzione e regia di Eligio Zanier). Suo anche il volume di racconti Se questo è un ragazzo edito da Kappa Vu.

 

ISBN 9788832153149
ANNO 2019
PAGINE 120
FORMATO (cm)
11,5 x 17
LINGUA Italiano

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Be the first to review “LA CROCIERA DEL TALEFEA”

Ti potrebbe interessare…

  • € 12,00 € 10,00

    SE QUESTO È UN RAGAZZO

    Narrativa

    Diciassette “racconti di formazione”, in un Friuli degli anni Cinquanta. Un bambino, un ragazzo, con i suoi giochi e la sua scoperta del mondo, che gli si presenta nell’aspetto della fiaba vissuta, popolata dagli esseri straordinari della mitologia friulana, nell’aspetto eroico della lotta partigiana, ancora viva nella memoria dei genitori, ma anche in quello del dramma famigliare dell’internamento del padre nel campo di Dachau. Attraverso i giochi, in un ambiente orgogliosamente proletario, negli spazi immensi e “rischiosi” concessi ai bambini del tempo, si forma la personalità del ragazzo e poi dell’uomo, la sua voglia di capire, di partecipare alle lotte della sua generazione. Si forma soprattutto, alimentato da una naturale predisposizione al narrare, il suo amore per la parola.

Facebook Icon