copertina_checco_tam

DISVUEDANT IL SCANSEL

AuthorDI Checo Tam

€ 12,00

99 disponibili

BREVE DESCRIZIONE

Sul cjast al jere un vecjo scrin cuntune specjere, un plan di marmul e cuatri scansei. I prins trê si podevin vierzi cu la rispetive clâf. A vevin dentri dome vecjos vistidats roseâts des tarmis e dai catans cuasi cence valôr: un orloi fer, ocjâi di soreli e di viste, rivistis di sport. Max al veve cjapat in man martiel e scarpel par scantinâ la clavarie dal unic scansel cence clâf, il plui in bas… Al capì daurman che al jere di front a la memorie di so barbe. Il barbe al jere muart za di tancj agns ma Max si visave ancjemò de sô vôs. Al tacà a lei cun passion chel materiâl dut scrit par furlan: alore i pareve che il barbe i stes fevelant…

Descrizione

 

Sul cjast al jere un vecjo scrin cuntune specjere, un plan di marmul e cuatri scansei. I prins trê si podevin vierzi cu la rispetive clâf. A vevin dentri dome vecjos vistidats roseâts des tarmis e dai catans cuasi cence valôr: un orloi fer, ocjâi di soreli e di viste, rivistis di sport. Max al veve cjapat in man martiel e scarpel par scantinâ la clavarie dal unic scansel cence clâf, il plui in bas… Al capì daurman che al jere di front a la memorie di so barbe. Il barbe al jere muart za di tancj agns ma Max si visave ancjemò de sô vôs. Al tacà a lei cun passion chel materiâl dut scrit par furlan: alore i pareve che il barbe i stes fevelant…

In soffitta c’era un vecchio comò con una specchiera, un piano di marmo e quattro cassetti. I primi tre si potevano aprire con la rispettiva chiave. Avevano dentro solo vecchi vestiti rosicchiati dalle tarme e dai tarli quasi senza valore: un orologio fermo, occhiali da sole e da vista, riviste di sport. Max aveva preso martello e scalpello per scardinare la serratura dell’unico cassetto senza chiave, quello più in basso… Capì subito che si trovava di fronte alle memorie di suo zio. Lo zio era morto già da tanti anni ma Max si ricordava ancora della sua voce. Cominciò a leggere con passione quel materiale scritto tutto in friulano: gli sembrava che lo zio gli stesse parlando…

 

ISBN 9788897705901
ANNO 2018
PAGINE 184
FORMATO (cm)
11,5 x 17
LINGUA Friulano

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Be the first to review “DISVUEDANT IL SCANSEL”

Ti potrebbe interessare…

  • € 12,00

    CUN ALTRIS VOI

    Friulano

    Gianfranco Pellegrini nus fâs jentrâ in events che a àn marcât popui e tieris dal Friûl o ben che a son o che a stan par plombâ. Etis diferentis, personaçs e situazions pinelâts cun netisie di particolârs, evocatîfs di mûts di vivi la vite e di sei protagoniscj, voie o no, di ce che al è daûr a sucedi o ben che al sucedarà. Nuie nol è mai fer, dut al è dentri chel sutîl divignî che al diven carulant fissitâts, sigurecis e progjets. Un continui scombati par cambiâ o resisti. Pagjinis che a puartin dentri dal labirint di une tiere intorteade in sutilis dicotomiis, cu lis sôs feminis e i soi oms. La lenghe furlane plasmade su lis ambientazions e diven piel di ogni figure. Un scrivi, chel di Gianfranco Pellegrini, che al intizìe pe forme, pes sieltis stilistichis, pes induvinadis licencis; spieli di ricercje lessicâl e leterarie coltade instreçade cu la sclagne tradizion popolâr orâl.

  • € 12,00

    ALTRIS CONTIS DI FAMEE

    Friulano

    … une serie di storiis origjinâls e che si lein intun flât! A son storiis che a someis fatis par jessi recitadis tal mieç de int cun grande gjonde e che ti lassin simpri alc par rifleti. A àn colôrs intens, odôrs e savôrs. A rivochin un mont che nol è plui ma che, tal stes timp, in gracie a lis descrizions, al somee plui vîf che mai: ti pâr propit di jessi li…

  • € 12,00 € 8,00

    SES & BARETE contis curtis

    Friulano

    Vincj contis golosis, dulà che il ses al è il protagonist, miscliçât al plasê ma ancje aes pôris, frustrazions e, soredut, a chel tant di stupiditât che al gjenar uman no i mancje mai. Il dut insavorît cun ironie, juste par no butâ dret in muse che o sin ducj part di une umanitât avonde fûr di gamele.

  • € 10,00 € 5,00

    SCÛR DI LUNE

    Friulano

    Lis contis di Checo Tam a puedin fevelâ di concierts di musiche dark dai agns otante, come ancje di aliens ae mode de fantasience dai agns cincuante, ma ancje de “Sagre dai Pirùs” di Pavie di Udin. A mostrin une rare capacitât di puartâ in sene personaçs e storiis, che a saltin fûr di un imagjinâri une vore complès e imagjinific, ma al stes timp coerent e peât aes esperiencis vivudis in prime persone dal naradôr-protagonist sul sfont di un Friûl aromai semi-rurâl. O semi-industriâl e globalizât – dipent di cemût che si vûl cjalâlu.

    I racconti di Checo Tam, che possono parlare di concerti di musica dark anni ottanta, come di alieni secondo la moda della fantascienza anni cinquanta, ma anche della “Sagra delle Pere” di Pavia di Udine, mostrano una rara capacità di portare in scena personaggi e storie, che saltano fuori da un immaginario assai complesso, ma allo stesso tempo coerente, legato alle esperienze vissute in prima persona dal narratore-protagonista sullo sfondo di un Friuli ormai semi-rurale. O semi-industriale e globalizzato – dipende dal punto di vista.

Facebook IconYouTube IconVisita la nostra pagina Instagram