dalle_catene

DALLE CATENE ALLA LIBERTÀ – La “Rabska brigada”

€ 18,00 € 14,00

199 disponibili

BREVE DESCRIZIONE

La “Rabska brigada”, una brigata partigiana nata in un campo di concentramento fascista

Dalle catene alla libertà è la storia della brigata partigiana nata nel campo di concentramento fascista per “slavi”, istituito dall’esercito italiano sull’isola di Rab (Arbe) durante la seconda guerra mondiale.
Mentre nel campo si compie la tragedia di migliaia di morti per fame, gli internati sloveni, croati ed ebrei organizzano clandestinamente la Resistenza e, dopo l’8 settembre ‘43, nasce la Rabska brigada, simbolo della riscossa dei popoli contro l’oppressione nazifascista.

Descrizione

 

Il racconto della storia della Rabska brigada – la Brigata di Arbe, unità partigiana formata dagli internati del campo di concentramento fascista di Rab (Arbe). Nonostante le terribili condizioni di vita – o meglio, di morte – in quello che fu probabilmente il peggior campo di concentramento italiano, il campo per internati sloveni, croati ed ebrei dell’isola di Rab (Arbe), con una mortalità più alta di quella di alcuni dei lager nazisti, tra gli internati la fiamma della ribellione e della speranza non muore. Non solo mettono in piedi una organizzazione di resistenza, ma riescono ad estenderla e rafforzarla sotto gli occhi dei loro aguzzini e nonostante i loro sforzi per ridurli allo stato di abbrutimento animale. Dopo l’8 settembre riusciranno così, con l’aiuto dell’organizzazione di Resistenza degli abitanti croati dell’isola, a liberarsi da soli e a disarmare l’intero presidio italiano dell’isola, per dar vita a una loro brigata partigiana dalla vita breve, ma dal valore simbolico e morale altissimo. L’autore, che fu il suo vice comandante, ce lo racconta con rigore storiografico, ma al contempo con la partecipazione di chi della vicenda fu protagonista, seguendo le tracce degli internati/combattenti della Rabska brigada fino alla fine della guerra.

 

ISBN 9788889808627
ANNO 2011
PAGINE 200
FORMATO (cm)
17 x 24
LINGUA Italiano

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Be the first to review “DALLE CATENE ALLA LIBERTÀ – La “Rabska brigada””

Ti potrebbe interessare…

  • € 15,00 € 12,00

    I CERCHI DELLE FATE

    Narrativa

    Un romanzo storico e di formazione, che vede la dolorosa adolescenza di Matija coincidere con le tragiche vicende della Seconda guerra mondiale nei territori jugoslavi occupati dall’Italia a partire dal 1941.
    Un racconto toccante intorno alla storia taciuta dei campi di concentramento fascisti per slavi.

  • € 22,00

    LA “BANDA COLLOTTI” – Storia di un corpo di repressione al confine orientale d’Italia

    Resistenza storica

    Storia di un corpo di repressione al confine orientale d’Italia

    Istituito da Mussolini nel 1942 espressamente come corpo di repressione antipartigiana nella Venezia Giulia, l’Ispettorato Speciale di Pubblica Sicurezza con sede a Trieste, fu l’unica struttura dedicata esclusivamente a tale scopo in Italia. Si distinse per l’efferatezza dei metodi, con l’uso sistematico della tortura negli interrogatori degli antifascisti italiani e slavi catturati, ma anche dei semplici sospetti, in una sequenza di orrori che percorre tutta la documentazione presentata.

  • € 23,00 € 20,00

    REPRESSIONE ANTIPARTIGIANA IN FRIULI – La Caserma “Piave” di Palmanova e i processi del dopoguerra

    Storia

    Dal settembre 1944 fino alla fine del conflitto la Caserma “Piave” di Palmanova fu uno dei principali centri della repressione antipartigiana in Friuli, in un’area nella quale la Resistenza era ben organizzata e in grado di precludere all’occupante il controllo pieno del territorio, con un’attività di guerriglia ramificata e articolata nelle sue modalità. Le formazioni della Resistenza, precocemente organizzate e attive nella regione e che giunsero nella Bassa friulana, superando rivalità e diffidenze tra forze garibaldine e osovane, alla costituzione di un Comando Unificato, seppero dimostrare una capacità combattiva che ostacolò i piani tedeschi per quell’area, sottratta di fatto alla sovranità italiana con la costituzione dell’Operationszone Adriatisches Küstenland, la Zona di Operazioni Litorale adriatico.

    dalla prefazione di Paolo Ferrari – Università degli studi di Udine

  • € 16,00

    UN CAMPO DI CONCENTRAMENTO FASCISTA. Gonars 1942-1943

    Resistenza storica

    Una storia che non può essere minimizzata, e che richiede una presa di coscienza collettiva degli Italiani e un suo inserimento anche nel patrimonio conoscitivo delle nuove generazioni.

     

    Il 60° anniversario della liberazione del campo di concentramento di Gonars è l’occasione per la presentazione della pubblicazione che Alessandra Kersevan ha dedicato a questa vicenda.
    Un libro nuovo che approfondisce i contenuti di “Oltre il filo” di Nadja Pahor Verri, edito nel 1993, grazie a documentazione inedita e ad una ricerca di grande interesse ed attualità, commissionata dal Comune di Gonars con il contributo della Provincia di Udine, che concorre ad un risveglio della nostra memoria atrofizzata in merito all’esistenza dei campi di concentramento per civili allestiti dal regime fascista durante il secondo conflitto mondiale.

     

    IV RISTAMPA

Facebook IconYouTube IconVisita la nostra pagina Instagram