fbpx
camaleonti

CAMALEONTI E PORCOSPINI

€ 16,00 € 13,00

200 disponibili

BREVE DESCRIZIONE

Siamo nel Friuli contemporaneo in cui si snoda, in parallelo, la vicenda dei protagonisti giunti a un punto decisivo della propria esistenza. Un episodio sospetto, un imbroglio ai danni della salute pubblica, costringerà tutti a delle scelte di campo disegnando l’immagine di un Friuli dove la crisi economica già nel 2005 mostra i suoi primi segnali preoccupanti. Un’inchiesta giornalistica si arena nel pantano del consociativismo e del rispetto delle gerarchie sociali. Su questo sfondo si intrecciano le vite dei personaggi, con i loro ricordi, i loro amori, i loro dubbi, le loro coscienze, i loro rimorsi.

Descrizione

 

Il tradimento segna, con dolorosa personale responsabilità, le vicende dei protagonisti del romanzo, che fanno rivivere nelle loro esistenze la storia del Friuli contemporaneo. Eppure non doveva andare così. A ondate ricorrenti la ribellione è montata sempre, per arenarsi poi davanti alla diga costruita dal potere. Non un’entità astratta, straniera e forestiera, ma uomini in carne ed ossa, classi dominanti e servi accondiscendenti. Nomi e cognomi che possiamo intravedere dietro le maschere del romanzo, cronache che possiamo rileggere nei quotidiani e non nella finzione, preveggente per altro, del libro. Sì qualcuno ha tradito, non solo. Ha perso la partita: «Ci hanno lasciato giocare per un po’ a Monopoli, anche barare, solo un pochino però, perché siamo friulani, ora il padrone del gioco se ne torna a casa, perché la mamma l’ha richiamato per la cena e si porta via tutto. Raccattate i soldi finti e mettete via le casette. Anche Parco della Vittoria non vale più nulla». La grande battaglia è alle porte.

Andrea Valcic

 

ISBN 9788897705369
ANNO 2013
PAGINE 272
FORMATO (cm)
14 x 21
LINGUA Italiano

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Be the first to review “CAMALEONTI E PORCOSPINI”

Ti potrebbe interessare…

  • € 14,00

    A NORDEST DI NORDEST

    Narrativa

    Una fuga d’amore, un’apostasia politica, un attentato al duce, una bellissima impiccata… Singolare indagine, quella del giudice Gallo, che dalla Calabria sale in Friuli per far luce su un segreto di famiglia, una rimossa vergogna che invece… Un giallo sui generis, singolare sia per come viene condotta sia per come si conclude la muta detection di Gallo: indagine del tutto virtuale, deposizioni immaginarie, interrogatori onirici, approdo a una verità catartica sul piano personale e storico (il racconto è ambientato nel 1994). La scansione degli eventi determinanti è al tempo stesso sintesi e giudizio della storia d’Italia – dalla prima guerra mondiale al fascismo al sessantotto agli anni di piombo all’avvento del berlusconismo – e tema del tutto attuale (leghismo meridionale) è l’agitarsi dei miti identitari, a nordest di nordest come a sud.

  • € 16,00 € 10,00

    AD ALTA VELOCITÀ

    Narrativa

    Il treno ad alta velocità potrebbe arrivare da un momento all’altro. Il corridoio cinque sta per passare nei cortili di case faticosamente acquistate; sta per stravolgere il paesaggio, perforare il Carso. Il panico si abbatte sulla Bisiacaria ma potremmo essere in una qualsiasi cittadina della provincia italiana alle prese con l’immigrazione e con la globalizzazione. Nel bene o nel male l’avvenimento scuote le coscienze, stravolge le vite, portando alla luce la vera natura di chiunque vi entri in contatto.

  • € 16,00 € 8,00

    IL PONTE

    Narrativa

    Capitolo 1

    Un generale, uno di quei pupazzi buffi, brutti, tutti bottoni, alamari, medaglie, specchietti per allodole. Tuttavia un generale in carne ed ossa, di quelli che prima sono stati colonnelli e prima ancora capitani. Un generale con un passato glorioso quanto basta, un presente così così, pieno di responsabilità. Il futuro è sempre tutto da vedere, guai a farsene un’idea preconcetta, o finisci col trascurare il presente. Quelle storie che finisce tutto bene, oppure tutto finisce male e intanto non t’impegni, prendi la vita sottogamba, con le conseguenze che si possono immaginare.
    Il nostro generale invece si deve impegnare, del resto è un tipo che non si tira indietro. Passato glorioso, si diceva, o poco ci manca. Folate di ricordi, sciabolate in terra d’Africa, orde di nemici vittoriosamente respinte, un paio di ordini gridati di furia, ma di quelli oculati, che certi neanche a pensarci una mezz’ora, e poi la situazione di stress, adrenalinica, da cui scaturisce il guizzo vincente, la trovata tattica che ribalta il risultato, per quanto possibile, da cui la soddisfazione del dovere compiuto, l’autocompiacimento per la strabiliante performance.

  • € 16,00 € 12,00

    NOTTI DI VEGLIA IN GUERRA FREDDA

    Narrativa

    L’estate era alle porte. La geografia intorno dava i fianchi a tre piccole identità: Santa Lucia di Serino, San Michele di Serino e Serino. Tre paesi della Bassa Irpinia, chiamati a custodire storie di uomini e di donne; tre paesi legati dalle stesse esperienze di vita; tre paesi scarni, essenziali: luoghi straordinariamente dolci, riposanti, ma anche luoghi forgiati dal tempo e dalla rovina degli uomini; il fondovalle era attraversato dalle acque rigogliose del Sabato, la terra ai suoi fianchi era irrigua, quasi nera, di un nero ricco di minerali nei secoli depositati dal Vesuvio; terra amica, generosa, ma anche terra di povera gente, terra di santi e madonne, terra abbandonata. Terra.

Facebook Icon