Andrea Zuccolo

Si è laureato a Bologna, presso la Facoltà di Lettere e Filosofia, corso D.A.M.S. Attore e autore. Ha debuttato come attore e cantante nella commedia in musica “Il mongomo a lapislazzuli”, con il gruppo strumentale “Hinz und Kunst” di Berlino, al III Cantiere Internazionale d’Arted di Montepulciano (1978). Dopo un “Edipo re” di Sofocle, diretto da Benno Besson, Spoleto (1980),la sua carriera di attore è proseguita a Parigi dove si è diplomato presso l’École Internationale de Théatre diretta da Jacques Lecoq. Nuovamente in Italia ha lavorato con compagnie private e teatri stabili, accanto ad attori come Tino Carraro, Carmelo Bene e diretto da Ronconi, Scaparro, Nanni. Come baritono è stato interprete di “Euridice” di Jacopo Peri e ha affiancato il pianista Andrea Rucli in concerti su musiche di Satie, Rossini, Poulenc.

Ha collaborato a molte edizioni Mittelfest di Cividale del Friuli, festival di teatro, musica, danza e poesia dalla Mitteleuropa, dove è stato interprete delle poesie di Kosovel, Menichini, Bandini, Attila Jószef, Michelstaeder, Morandini, Szymborska, Janus, Danilo Kiš, Ian Skácel. Nell’edizione 2001 ha interpretato il poema di Chaim Nachman Bialik “Nella città del massacro”, musiche di Mahler-Uri Caine.

Come autore ha diretto e interpretato il monologo “Buon compleanno”, Mittelfest (1998), per Glasovi iz cakalnice – Voci dalla sala d’aspetto”, VII edizione di Stazione Topolò (2000), ha presentato in forma scenica il poema “Corale per oche e voce sola”. Il testo è stato tradotto in inglese dal poeta Jack Hirschman e pubblicato da Marimbo Press, Berkeley, California, 2001. Per la RAI-FVG ha dato voce al personaggio di Armando, nella versione friulana della “Pimpa” di Altan. A Mittelfest (2002) ha interpretato e diretto il poema in lingua friulana “Qoelet Furlan” di Antoni Beline. È voce recitante nella “Passione secondo Giovanni” di Francesco Corteccia con il coro polifonico ‘Monteverdi’ di Ruda, in repertorio. Nell’edizione Mittelfest (2006), direzione artistica Moni Ovadia, ha presentato in forma di recital-concerto/sinfonico il poema Per non morire in versi, su musiche di Dmitri Sostakovic, percussioni di U. T. Gandhi.

https://shop.kappavu.it/prodotto/per-non-morire-in-versi/