Gruppo Anna Achmàtova

achmatovaIl Gruppo Anna Achmàtova si è formato nell’inverno del 2007 per elaborare pensiero attorno allo scrivere delle donne. Riunioni mensili hanno visto la presenza anche di altre amiche che poi hanno deciso di non esprimersi sul tema prescelto: la lingua dell’origine.

Cristina Benedetti è nata a Udine nel 1964. Laureata in Filosofia, insegna Lettere nella scuola superiore. Attrice per passione, in particolare presta con frequenza la sua voce a letture pubbliche in svariati contesti. Dopo avere per molti anni e con predilezione effettuato dei readings di testi poetici altrui, di recente e di sorpresa ha cominciato a scrivere poesie proprie e non si è più fermata.

Vilia Candido vive fra Udine e Rigolato dove è nata. Ex-insegnante, si dedica alla scrittura. Sue pubblicazioni: Solo un presagio e poco più, Udine 2003; Paesaggi della memoria in punta di matita Udine 2004; Cerca alla lettera… Abbecedario, Leonardo, Udine 2006; Cronistoria di una mancata esperienza, in Niente come prima, il passaggio del ’68 fra storia e memoria, Kappa Vu, Udine 2007, a cura di Marina Giovannelli. Dal 2003 con cadenza annuale escono i suoi Quaderni della befana in edizione fuori commercio è presente in alcune antologie di racconti.

Agostina Dorigo è nata a Udine nel 1958. Dopo gli studi tecnici si è dedicata alla pittura partecipando a numerose collettive anche fuori regione. Scrive da una decina d’anni; si dedica principalmente alla sperimentazione, tentando diverse forme di espressione. Ama la musica rinascimentale e i codici miniati.

Luisa Gastaldo è nata in Friuli nel 1958. Vive e lavora fuori regione, dove rientra nei primi anni ’90. È laureata in Conservazione dei beni culturali. Attualmente si occupa di didattica ambientale e collabora con la Rete di Orti di Pace.

Marina Giovannelli vive e lavora a Udine. Ha pubblicato numerosi testi di poesia, saggistica e narrativa, ultimi dei quali Cantata per la donna al telaio, Montereale Valcellina 2004, Alga alla riva, Faenza 2006; Morte di carta, Faenza 2003; Iacoba ancilla, Udine 2005. Nel 2006 ha curato Niente come prima. Il passaggio del ’68 tra storia e memoria, Udine; nel 2008 L’eredità della maestra. Tracce del pensiero femminile in alcune esperienze educative nella provincia di Udine (1910-1970), Udine. Presente in varie antologie, collabora a diversi periodici culturali. Fa parte del DARS (Donna Arte Ricerca Sperimentazione) di Udine e della SIL (Società Italiana delle Letterate) del FVG. Nel 2007 ha fondato il gruppo di scrittura Anna Achmàtova.

Susanna Marchi, nata a Milano da genitori toscani, ha vissuto prevalentemente in Toscana. Bancaria pentita, dal 1994 ha lasciato il lavoro e si è trasferita ad Udine. Ama la lettura, la pittura, la musica ed il cinema, anche la scrittura  e tutto ciò che ha a che fare con la parola. Ha frequentato corsi di “scrittura d’esperienza” e di poesia.

Maria Dolores Miotto, nata in un paese del medio Friuli nel 1953, dalla famiglia deriva la passione per il cinema, per il teatro, per la scrittura. Si è diplomata nel 1984 alla Civica Scuola di Recitazione per il teatro in Friulano con la direzione di Nico Pepe e fa parte del Gruppo Teatrale della Loggia di Udine. Si è dedicata alla scrittura creativa partecipando con radiodrammi al Premi Friûl di Onde furlane (2° posto con La gnot cence sium, (1982) e al premio Teatro Orazero (segnalazione, anni 1982-84). Attualmente si occupa di traduzione di testi teatrali dall’italiano al friulano.

Barbara Vuano è nata a Belluno nel 1957 e vive a Udine. Svolge la professione di fisioterapista e ha avuto tre figli. Nel 2006 si è laureata in lettere presso l’Università di Udine con una tesi di argomento antropologico. Ha pubblicato un racconto, Un pollo cresciuto in batteria, nel libro collettaneo Niente come prima. Il passaggio del ’68 tra storia e memoria, a cura di Marina Giovannelli, Udine 2008, e la biografia di Luisa Caruzzi, in L’eredità della maestra. Tracce del pensiero femminile in alcune esperienze educative nella provincia di Udine (1910-1970), a cura di Marina Giovannelli), Udine 2008. Scrive anche poesia.