Claudia Cernigoi

claudiaCernigoiClaudia Cernigoi, nata a Trieste nel 1959, dove ha conseguito la maturità scientifica, è giornalista pubblicista dal 1981. Dopo avere collaborato alle prime radio libere triestine ha fondato nel 1990 il periodico triestino “La Nuova Alabarda” (sito: www.nuovaalabarda.org). Studiosa di storia del confine orientale, neofascismo e strategia della tensione, ha pubblicato per la Kappa Vu di Udine “Operazione foibe a Trieste” (1997) e “Operazione foibe tra storia e mito” (2005); per la Zeroincondotta di Milano, con Mario Coglitore “La memoria tradita” (2002). Nella collana “i dossier de La Nuova Alabarda” ha pubblicato i seguenti titoli: “Luci ed ombre del CLN di Trieste” (2003); “L’ombra di Gladio. Le foibe tra mito ed eversione” (2003); “La “foiba” di Basovizza” (2005); “Le inchieste dell’ispettore De Giorgi” (2005); “1972. Ricordi della strategia della tensione” (2003); “La strategia dei camaleonti” (2004); “No GUD. Breve dossier sulla cultura fascista”(2005); “Strani casi di morte a Trieste” (2007); “Operazione Plutone” (2010); “La Banda Collotti: appunti su Resistenza e repressione al confine orientale” (2010); “Lo sguardo di Almirante” (2011); “Il caso Norma Cossetto” (2011); “All around… CasaPound” (2012); “1974. Tracce della strategia della tensione” (2012), ed, in collaborazione con Vincenzo Cerceo “I Diari di Diego de Henriquez” (2006). Ha inoltre pubblicato una raccolta di poesie dal titolo “Anch’io son poeta!” (2006) ed il racconto “Maggio 197… un racconto senza tempo” (2012).