• € 12,00

    KEBAR KROSSÈ

    Friulano

    Al è sucedût alc di brut a Udin e tal Friûl dal avignî. Une vore brut. No dal gjenar di chel dal violentissim “The Road” di Cormack Mc Carthy, li che il mont si à crevât in pôc timp, fracassant cuasi ogni forme di relazion sociâl. Pluitost la ruvine, in chest romanç di Stiefin Morat, e je lade indenant par plui timp, laint, secjant e fruçant ce che al jere e lassant in pîts une fantasime di societât che e sorevîf framieç dal lâ in sflics dai edificis e des sôs fondis esistenziâls, intal desert. La narazion di Morat e je plene di variazions linguistichis di ogni gjenar: di classe sociâl, di regjistri, di forme espressive e e je travanade di citazions che a tirin a ciment lis cognossincis leterariis dal letôr, començant dal non dal protagonist, Montàg che al è chel istès di “Fahrenheit 451” di Bradbury, passant pal huxleyan Soma e pal gibsonian Dexe e cuissà ce altri. Une distopie leterarie, intun mont in transizion viers no si sa ben ce, che e mostre i dams di dinamichis, ideologjiis, fats che a son za in vore orepresint.

    Al è sucedût alc di brut a Udin e tal Friûl dal avignî. Une vore brut. O isal daûr a sucedi?

    Donato Toffoli

  • € 12,00 € 8,00

    TSUNAMI

    Narrativa

    Lui, il protagonista, della coscienza se ne frega. Lo scrupolo morale e la pietà sono cose per “coglioni”. Bisogna attaccare proprio dove l’umanità mostra le sue debolezze e spremere le vittime, che a modo loro se la cercano, con l’unico scopo di riempire le proprie tasche. Un uomo “moderno” insomma il protagonista, che naviga alla grande lungo la linea dove affari e crimine non hanno più distinzione netta e dove il peggiore dei crimini è questione di un attimo. Ispirato da un fatto di cronaca, Tsunami tiene il lettore con il fiato sospeso, ansioso di trovare risposta alla domanda: esisterà mai un castigo?

Facebook Icon